[Pacipaciana] Questa settimana @ csa Pacì Paciana - Paciana…

Delete this message

Reply to this message
Author: Newsletter del csa Pacì Paciana - Bergamo
Date:  
To: pacipaciana
Subject: [Pacipaciana] Questa settimana @ csa Pacì Paciana - Pacianacinema, ol gioedè di' macc', contro discriminazione e repressione... rompiamo il silenzio!






1) Questa settimana @
      csa Pacì Paciana, via per Grumello. 61/c - Bergamo

2) Contro discriminazione e repressione...
      rompiamo il silenzio!











* martedì 21 gennaio *

      ** 
alle 21 [PacianaCinema] KILLER
        JOE
**

      Rassegna: TEMPO DI UCCIDERE


      Killer Joe è il poliziotto con l’hobby dell’omicidio a pagamento,
      assoldato da una famiglia di redneck del Texas per uccidere l’ex
      moglie ed ex-mamma, da tempo scappata con un altro uomo. Hanno
      scoperto che la sua morte frutterà 50.000 dollari di
      assicurazione, soldi con i quali verrà pagato il killer e la
      famiglia si tirerà fuori da diversi guai. Ma non è mai così
      semplice uccidere ed incassare e Joe non è il tipo che ammette
      ritardi o intoppi nel suo lavoro.


      E come sempre baretto aperto e tutti i martedì offerta speciale
      pizza + birra artigianale!


Free entry










      * giovedì 23 gennaio *


      ** 
dalle 19 [OL GIOEDÈ DI’ MACC’] Aperitivo
        con NaSorround dj set!
**

      Ritorna puntuale l’appuntamento del giovedì al c.s.a. Pacì
      Paciana!


      Dalle 20 il baretto vi aspetta per una cena da leccarsi le
      orecchie: un hamburger cotto a puntino condito a piacimento a
      seconda della fame e della fantasia del momento. Il tutto
      innaffiato di birra, artigianale naturalmente.


      E a seguire dj set sapientemente curato da NaSorround! Un ritorno
      agli anni ’60 e ’70 tra rock n roll, soul e funky: da James Brown
      ai Rolling Stones, da Johnny Cash a Aretha Franklin, passando per
      gli Skiantos e compagnia bella!


Ovviamente… free entry!

Stay Hungry, stay Rebel










      * * *


Contro
        discriminazione e repressione... rompiamo il silenzio!


      Più di 300 persone hanno sfidato la pioggia battente e si sono
      radunate nel piazzale della stazione, sabato 18 Gennaio. Un lungo,
      rumoroso e colorato serpentone come contraltare alla funebre e
      oscurantista compostezza delle Sentinelle in piedi.

      Associazioni lgbt, la rete antifascista e altre realtà sensibili
      al tema sono scese in piazza per ribadire la libertà di amare, per
      ribadire la necessità sempre più impellente di diritti per tutti.
      In risposta a chi spaccia per libertà di espressione il “diritto”
      di discriminare le persone lgbt, di ritenerle malate e quindi
      isolabili e/o curabili, di additarle come massimo pericolo per la
      famiglia “tradizionale” (e pensare che noi davamo la colpa alla
      crisi economica!), gridando a fantomatiche lobby gay.

      Nonostante la criminalizzazione costruita a tavolino da Questura e
      giornali destroidi, il mondo lgbt si è legato a quello
      dell’antifascismo e non saranno certo venti denunce a impedirci di
      portare avanti questa importante battaglia di libertà.

      Da conto nostro infatti non potevamo esimerci dall’essere presenti
      in quella piazza che non poteva che essere anche una piazza
      antifascista. In queste occasioni saremo sempre presenti in quanto
      antifascisti sul territorio: che a nessun fascista venga in mente
      di tentare di cavalcare qualsiasi forma di protesta reazionaria e
      liberticida (omofoba o razzista che sia) per fare propaganda e
      conquistarsi spazi e agibilità politica.


      CONTRO FASCISMO E OMOFOBIA. SOLIDARIETÀ AI DENUNCIATI: PRETENDIAMO
      DIRITTI, CONQUISTIAMO LIBERTÀ!