[Precarity-zine] 12 maggio 2009, dedicato Giorgiana Masi

Delete this message

Reply to this message
Author: v.miliucci@libero.it
Date:  
To: ENconfcobas, lavoroprivato, networkanticapital, precarity-zine, nomortilavoro, ondarossa
Subject: [Precarity-zine] 12 maggio 2009, dedicato Giorgiana Masi
12 MAGGIO, DEDICATO A GIORGIANA MASI



32 anni fa, il 12 maggio 1977 a Roma, la compagna Giorgiana Masi veniva
assassinata dalle “ squadre speciali di polizia ” che il ministro degli Interni
Kossiga aveva scatenato,insieme ai carri armati e ai divieti incostituzionali,
per contrastare il Movimento ’77 che rappresentava l’unica opposizione al “
compromesso storico” tra DC e PCI e al tentativo di inaugurare la sciagurata “
politica dei sacrifici”, anticipo di quello che diverrà l’attuale liberismo
pervasivo.
A Trastevere, al limitare di Ponte Garibaldi, Giorgiana Masi trovo’giovinetta
la morte( altri 2 compagni furono feriti) assassinata dal piombo di Stato, che
aveva già ucciso Francesco Lo Russo a Bologna l'11 marzo 1977 e ferito decine
di altri compagni/e del Movimento '77.
In quella circostanza, il Movimento era riuscito a rompere i divieti
muovendosi da P.za Navona – dove i Radicali comiziavano ricordando il
referendum vittorioso sul divorzio - resistendo alle ripetute cariche,
attestandosi poi sulle barricate erette a Campo de Fiori,portandosi infine a
Trastevere per evitare i rastrellamenti.
Fu la forza e la coesione del Movimento a sfidare alla luce del sole lo Stato
autoritario servo degli USA e la democrazia blindata .
Giorgiana Masi non fu l’unica a cadere vittima della violenza dello Stato.
Altri compagni pagarono con la vita, ora per mano delle forze dell’ordine ora
per quelle dei fascisti. La verità storica sulle loro morti fu affermata allora
e continuiamo a sostenerla oggi.
Così come per la sorte del compagno Carlo Giuliani, anch’egli assassinato
dallo Stato nella rivolta di Genova contro il G8 nel luglio 2001, perchè
contestava insieme a decine di migliaia di noi un sistema economico capace solo
di creare miseria,sfruttamento e guerre.

Vogliamo ricordare Giorgiana, tributarle la testimonianza delle attuali
battaglie per i diritti-bisogni negati,per le libertà civili e la giusizia
sociale, contro l'oppressione delle istituzioni totali,le derive securitarie e
il risorgente razzismo, il militarismo,che trovano stimolo e orientamento
dalla memoria del Movimento '77, a cui Giorgiana partecipò attivamente.
Appuntamento il 12 maggio 2009, ore 17 Ponte Garibaldi, dove è scolpita l’
epigrafe che ricorda Giorgiana.

Vincenzo Miliucci - Confederazione Cobas