[Erbalive] I: [Mdma-list] 7 giugno Monfalcone (GO)

Delete this message

Reply to this message
Author: igor vegni
Date:  
To: erbalive
Subject: [Erbalive] I: [Mdma-list] 7 giugno Monfalcone (GO)



--- Gio 5/6/08, pumax medmax <max@???> ha scritto:

> Da: pumax medmax <max@???>
> Oggetto: [Mdma-list] 7 giugno Monfalcone (GO)
> A: "mdma inventati" <mdma-list@???>
> Data: Giovedì 5 giugno 2008, 20:35
> ciao mdma-ti,
> vi giro la nostra mail di solidarietà ai compagni e
> colleghi del
> drop-in di monfalcone( gorizia) perquisiti da polizia il 19
> maggio e
> di adesione all'appello per il 7 giugno a Monfalcone, a
> cui noi però
> non possiamo andare fisicamente per impegni presi
> precedentemente.
>
> Inoltre con ritardo, molto ritardo, diamo solidarietà al
> Ex-mattatoio
> di Perugia i violentissimi attacchi incendiari subiti.
>
>
>
> ciao a tutti,
> l' attacco poliziesco e la perquisizione subiti dai
> compagni e
> colleghi del Drop-in di Monfalcone è un atto gravissimo
> che non può e
> non deve passare sotto silenzio, la solidarietà concreta
> delle
> mobilitazioni come quella del prossimo 7 giugno, e la
> vicinanza ideale
> di tutti quelli che non possono esserci, devono alzare il
> livello di
> resistenza tra operatori e attivisti dentro e fuori le
> istituzioni e
> gli spazi sociali.
> Noi sappiamo fin troppo bene cosa significhi subire arresti
> e
> perquisizioni, sequestri e processi sommari motivati
> unicamente dalla
> repressione proibizionista connivente con le narcomafie di
> un potere
> rappresentato da sindaci sceriffi e magistrati figli
> dell'inquisizione
> più oscurantista.
> Il Lab57 per questa vicenda assurda non può più accedere
> ad alcun tipo
> di finanziamento pubblico, ma continua a lavorare a bologna
> e in tutto
> il territorio nazionale autofinanziandosi con formazione
> specifica e
> interventi durante rave, street parade e party sia legali
> che
> illegali, continuando a sperimentare nuove pratiche di
> ricerca e
> azioni comunicative nate sempre dallo scambio di saperi
> interdisciplinari e indipendenti.
> Credo che tutti, fuori e dentro le istituzioni, dobbiamo
> creare e
> rinsaldare una rete solidale di contatti, saperi esperti,
> pratiche
> specifiche, servizi legali specifici sul tema droghe, ecc..
> per non
> abbassare mai la guardia davanti ad attacchi violenti come
> quest'ultimo a Monfalcone.
> Sottoscriviamo in pieno l'appello e lo giriamo dove
> possiamo:
> Max
> Lab 57 Alchemica
> Livello 57
>
>
>
> Il 4 giugno 2008 8.39, lucapald@???
> <lucapald@???> ha scritto:
> > si prega di firmare e far firmare l'appello a più
> persone o realtà possibili. dipende da noi non può essere
> solo una mailing list. per chi vuole venire a Monfalcone il
> 7 giugno lascio il mio numero per maggiori info 3471988963
> > luciano
> >
> >
> >
> >
> >
> > La repressione non guarda in faccia nemmeno ai
> servizi. Dipende da noi fermarla.
> >
> >
> > Lunedì 19 maggio a Monfalcone è successo qualcosa di
> molto grave. Con la scusa di generiche indagini in merito
> alla vendita di sostanze stupefacenti, le forze
> dell'ordine hanno effettuato una perquisizione nella
> struttura in cui è ospitato il Drop-in, di proprietà del
> Comune di Monfalcone mettendo sottosopra tutte le stanze di
> Officina Sociale. Sono stati violati documenti e computer.
> Naturalmente non sono state trovate sostanze stupefacenti
> né altro. D'altronde è chiaro che a muovere la
> perquisizione erano ben altre motivazioni: provocare gli
> operatori e carpire informazioni su chi frequenta il centro
> a bassa soglia, informazioni che nessuno avrebbe mai
> rivelato.
> >
> > Da anni denunciamo un clima repressivo fatto di
> piccole operazioni molto mirate nei confronti di singoli
> consumatori nel monfalconese. Di fronte agli allarmi
> lanciati dai servizi a bassa soglia in merito
> all'aumento di consumi pericolosi tra i giovanissimi,
> viene lanciato "fumo negli occhi" attraverso
> queste operazioni per dare l'illusione di una lotta al
> narcotraffico, aggredendo però gli stessi che stanno in
> prima linea nelle politiche di riduzione del danno e
> prevenzione. Mentre denunciamo l'approccio
> proibizionista e dogmatico come principale responsabile
> della diffusione delle droghe e dei consumi problematici,
> veniamo aggrediti e perseguiti come fossimo centrali dello
> spaccio.
> > Monfalcone ha percentuali di infiltrazioni
> camorristiche sotto l'occhio di tutti che oltre a
> determinare situazioni di caporalato nel mondo della
> cantieristica navale, ha creato autostrade per la cocaina.
> Inoltre la vicinanza con i paesi dell'est fornisce un
> mercato di eroina a buon mercato e con un livello di
> purezza più alta della media. In questo contesto la
> perquisizione agli uffici di Officina Sociale assumono un
> valore politico del tutto particolare: impaurire e mettere
> il bavaglio a chi denuncia queste cose e ne vive tutte le
> contraddizioni proponendo un approccio diverso teso al
> rispetto delle persone ed alla promozione dei diritti,
> contro la devastazione e l'esclusione sociale.
> >
> > Temiamo che quanto successo in Venezia Giulia non sia
> affatto un caso isolato, e che sia l'inizio di un
> attacco di più grande portata. Il rischio che altri
> progetti di inclusione in Italia possano essere sotto
> attacco in futuro è concreto. Se la prospettiva di
> cancellazione della Fini-Giovanardi è impossibile, ed il
> clima verso i servizi è di criminalizzazione, se i nostri
> territori saranno militarizzati, ci dobbiamo interrogare,
> come operatori e come cittadini. Quale strategia si vuol
> mettere in atto? Quali sono le prospettive per gli
> operatori e per i progetti che lavorano in questi contesti?
> Dovremo aspettarci altre perquisizioni domiciliari ai danni
> di chi si approccia dal basso alle politiche sulle droghe?
> Quali saranno le prossime strutture sotto assedio?
> >
> > Rivolgiamo un appello al mondo dei servizi tutto,
> dalla strada alle comunità di recupero, al mondo
> scientifico, ai movimenti per i diritti civili, affinché
> ad una tale criminalizzazione si dia tutti insieme una
> risposta forte. Chiediamo di non abbassare la testa, per
> affermare dal basso pratiche diverse, che mettano al centro
> la persona ed il bene comune. Non solo dobbiamo rispondere
> tutti insieme agli attacchi come quello di lunedì 19
> maggio, ma soprattutto dobbiamo costruire nei territori
> quelle relazioni e quelle pratiche che possono rispondere
> ai bisogni delle persone e del territorio, contro la
> criminalizzazione dei consumatori e degli operatori.
> > Invitiamo tutti e tutte ad un evento in Piazza della
> Repubblica a Monfalcone (GO), sabato 7 giugno ore 16:30 in
> poi, per rivendicare l'efficacia dei nostri interventi,
> per cominciare a costruire dal basso quelle pratiche non
> ideologiche che permettano di promuovere una cultura del
> comune nel rispetto dei diritti e della salute.
> >
> > Noi non ci spaventiamo. Noi continuiamo per la nostra
> strada.
> > Noi non siamo soli.
> >
> >
> > operatori/educatori Centro a Bassa Soglia
> d'accesso - Monfalcone (GO)
> > dropinmonf@???
> >
> >
> _______________________________________________
> Mdma-list mailing list
> Mdma-list@???
> https://www.autistici.org/mailman/listinfo/mdma-list



      ___________________________________ 
Scopri il Blog di Yahoo! Mail: trucchi, novità, consigli... e la tua opinione!
http://www.ymailblogit.com/blog/