[Erbalive] Inoltra: corteo 8 dicembre

Delete this message

Reply to this message
Author: siani bruchi
Date:  
To: alessia, dananera, eva di giovanni, sara filucchi, gessy, guia, katia, mari41, mau, freija nuber, pumi, sara, stefy, stefy, velia, erbalive, segreteria
Subject: [Erbalive] Inoltra: corteo 8 dicembre
corteo della madonna 8 dic firenze piazza repubblica ore 14,30
basta sgomberi bastardi!!!!!!
basta montature giudiziarie..
contro la repressione

Nota: allegato messaggio inoltrato.

---------------------------------
La tua mail nel 2010? Creane una che ti segua per la vita con la Nuova Yahoo! Mail
Firenze - Corteo della Madonna
Mer, 05/12/2007 – 13:47

Due sgomberi (Villa panico e l'Asilo), una montatura giudiziaria per
"terrorismo", un'infinità di perquisizioni, denunce e fogli di via nella
città-laboratorio del pacchetto sicurezza e del nuovo fascismo di
sinistra, tra una retata e uno sfratto, tra un gippone dei carabinieri e
un'espulsione di massa di immigrati, tira un'aria irrespirabile.

Per rispondere a chi ci vuole banditi, in galera o in silenzio per non
fargli fare piazza pulita

Perchè firenze non resti immacolata

CORTEO DELLA MADONNA - SABATO 8 DICEMBRE ore 14,30 piazza repubblica
contro ogni forma di repressione

Noi non chiediamo niente, come ci siamo presi gli spazi ci prenderemo le
strade!
Invitiamo tutti i solidali a partecipare, non cerchiamo adesioni formali ma
coinvolgimento reale

CONTRO I DELIRI SECURITARI TERRORISTA è LO STATO


ammutinati fuoriusciti dal Panico, dall'Asilo e da ogni dove



L’ Asilo e c’è

Ieri 40 tra polizia digos carabinieri e vigili urbani sono entrati
all’Asilo occupato sfondando la porta e con la piu bieca delle scuse ci
hanno sgomberato mettendo fine così a due anni di vita
dell'occupazione,cancellando così in una mattinata laboratori, cene, spazi
e esperienze collettive che si erano costruite tra gli abitanti e il resto
del mondo.
Lo stesso giorno dopo una lunga resistenza sul tetto viene sgomberata pure
Villa panico.La ragione dell'intervento era quella di perquisire, cercare
fantomatiche armi.Noi sappiamo benissimo che per l'asilo il comune aveva
già firmato l'ordinanza di sgombero, in vista della vendita di un immobile
di proprieta’ pubblica per i profitti delle solite immobiliari. Ci hanno
perquisito per le nostre relazioni e ci hanno sgomberato per i loro
interessi: il resto è la solita montatura securitaria figlia di questa
ondata di repressione che attraversa ogni esperienza di autogestione e
autorganizzazione degli spazi e della propria vita. Riteniamo direttamente
responsabile dello sgomero il comune che si è parato il culo con
quest’ultima infamia della perquisizione per motivi di ordine pubblico e
sorridiamo alle allucinanti accuse che hanno spinto la questura a
immergerci nel calderone della 270 (indagine nazionale per associazione
sovversiva)

La solidarietà è la nostra unica arma.
SABATO 8 DIC-ORE 14,30-PIAZZA REPUBBLICA
CORTEO DELLA MADONNA
BASTA SGOMBERI, BASTA MONTATURE GIUDIZIARIE


In citta negli stessi giorni, intanto assistiamo ad altri segnali
inquietanti, la perquisizione e l'aggressione di Domenica 25 nov nella casa
occupata dei somali del movimento di lotta per la casa, o le incursioni a
via Aldini e Monteoliveto di pochi giorni prima (o i fogli di via davanti
alla fermata del autobus del Luzzi alle 7 di mattina alla gente gente che
piglia il 25 per andare a lavoro!!!), dipingono un quadro ben preciso:
arbitrari rastrellamenti e uso massiccio di fogli di via sono all'ordine
del giorno, il comune di Firenze questo Natale regala razzismo,
intolleranza, sgomberi sotto il gelo e polizia, i giornali avvallano
completamente tale politica securitaria e censurano ciò che creerebbe un
minimo di dibattito, il livello di consenso altissimo, non ci facciamo
molte illusioni ma di certo non riuscirete ad estinguerci MERDE


Con sta merda non c’entramo noi la pistola ce l’avete voi!!!





                          GLI OCCUPANTI DELL'ASILO E VAGINE VOLANTI













Firenze - Comunicato del Panico sulla repressione | Corteo di sabato 8
dicembre
Mer, 05/12/2007 – 13:22


Come sapete, giovedì 29 novembre il Panico Anarchico e l'Asilo Occupato di
Firenze sono stati perquisiti e sgomberati in un'operazione diretta dalla
digos.
Il Panico viene sgomberato senza uno straccio di ordinanza di sequestro
dell'immobile e perquisito per associazione sovversiva in relazione alla
rapina in Versilia per cui, a giugno, furono arrestati Daniele e Francesco.
Gli sbirri, essi stessi senza molta persuasione, cercavano armi da fuoco,
entrando pure nelle case dei genitori ( non sempre in modo "gentile") e
portando come pretesto l'aver udito fantomatici spari nei pressi del
Panico. Nei verbali, mettevano sotto accusa i rapporti di solidarietà tra
l'ambiente anarchico pisano e fiorentino. I compagni resistono dodici ore
sul tetto, ottengono la liberazione dei vari fermati nella giornata e
riescono quasi tutti ad evitare la questura.

Gli occupanti dell'Asilo, già sotto sgombero per la solita speculazione
edilizia dell'amministrazione comunale, vengono purtroppo colti nel sonno,
perquisiti in relazione al Panico e portati in questura.

Il giorno dopo la canea mediatica si scatena, ed alcuni chiodi da cemento,
ritrovati dagli sbirri al Panico, vengono spacciati per bossoli calibro 25
(più o meno a salve secondo la fantasia del giornalista di turno). Il
ritrovamento di alcune mascherine-stencil, che proverebbe il coinvolgimento
dei "Panici" in una serie di graffitaggi, viene sbandierato come
testimonianza di chissà quali disegni eversivi.

Ancora una volta rapporti di amicizia, solidarietà e lotta vengono colpiti
dal reato associativo e coperti dai fantasmi mediatici del"terrorismo". La
procura di Firenze, nella persona della PM Angela Pietroiusti che firma le
indagini, già bocciata dalla sentenza d'appello del processo COR,
"rimandata a settembre" dalla revoca della competenza sulla seconda
inchiesta pisana detta "Gruppi d'affinità", ci riprova e si rilancia con
una montaturina fragile fragile. Che sia tutta qui la "terza fase" a suo
tempo promessa dal generale dei ROS Giampaolo Ganzera ll'indomani degli
arresti pisani dell'anno scorso? O forse si preparano altre sorprese?

In una delle città-laboratorio del delirio securitario, lo spettro
dell'eversione viene calato in un'operazione repressiva in grande stile che
mira a stroncare il fermento libertario che serpeggia a Firenze da qualche
anno a questa parte: le occupazioni, le riappropriazioni delle piazze, le
derive non autorizzate per le strade , l'opposizione ai deliri securitari,
l'autonomia dai sinistri partiti e lo sbeffeggiamento di qualche tirannello
di provincia. Più in generale, insomma, le manifestazioni di una vita che
non si lascia contrattare, di una insofferenza che non chiede il permesso.

Farci abbassare la testa fino a nasconderla nella sabbia della paranoia,
dividere il fronte della lotta, lacerare amicizie e complicità era
l'obbiettivo reale dei repressori. Gli è andata male, visto che
solidarietà e reciprocità si sono manifestate fin dal giorno degli
sgomberi, senza venire meno dopo.

Con i compagni dell'Asilo e svariati altri complici abbiamo preparato un
CORTEO PER SABATO 8 DICEMBRE A FIRENZE con concentramento in PIAZZA DELLA
REPUBBLICA alle ORE 14.30.

Presto su www.informa-azione.info il manifesto dell'iniziativa

Portate rabbia e fantasia, non cerchiamo adesioni formali ma coinvolgimento
reale.

il PANICO ANARCHICO, 4/12/2007