[DESmilano] iniziativa a modena - invito

Delete this message

Reply to this message
Author: salvatore amura
Date:  
To: desmilano
Subject: [DESmilano] iniziativa a modena - invito
Cari amici amministratori, tecnici e cittadini interessati alle
sperimentazioni di Bilancio Partecipativo e della partecipazione alle
scelte territoriali.

All'Assemblea ARNM di Bari ci eravamo lasciati (a seguito delle
conclusioni del Gruppo di Lavoro su Partecipazione e Bilanci
Partecipativi) con la comune richiesta di dedicare una due giorni
'tecnica' a inizio 2006 a confrontare limiti, successi e difficolta'
delle nostre sperimentazioni territoriali, per aiutarci - attraverso
la valorizzazione dei meccanismi di 'rete' - a migliorare
creativamente e insieme le nostre esperienze locali.

Grazie alla disponibilita' dell'Assessore Francesco Frieri di Modena,
avremmo trovato un luogo 'centrale' dove poter fare questo incontro
ed una data (il weekend 17 e 18 febbraio 2006). Con queste date (che
tengono conto dei vari forum che si svolgeranno a gennaio e marzo)
vorremmo arrivare all'incontro della Rete di "Terra futura" essendoci
finalmente confrontati nel merito - e con piu' tempo a disposizione
del solito - sui nostri percorsi sperimentali.


Chi e' interessato puo' comunicare per tempo il suo impegno a
partecipare, in modo da poter stimare una lista REALISATICA di
presenze prima di poter immaginare un programma...
Chiediamo quindi ad ogni amministrazione interessata a partecipare al
Seminario, di individuare al proprio interno una serie di figure
“chiave” nella sperimentazione dei processi partecipativi, in modo
che l'incontro possa mettere insieme e far apprendere - attraverso lo
scambio - figure professionali diverse e complementari.
Ogni Amministrazione dovrà quindi individuare un gruppo di lavoro
composto da un/una amministratore/trice un/una dirigente uno/a o 2
funzionari/e (o un/a funzionario a e 1 consulente esterno/a).


Si prega di compilare il modulo allegato con le informazioni richieste.

Il modulo compilato dovrà poi essere spedito via mail all’indirizzo e-
mail info@???
per completare la registrazione, entro e non oltre il 12 Gennaio 2006.


Chi non dara' conferma entro questa data, potra' partecipare come
OSSERVATORE o ai MOMENTI DI DIBATTITO, ma non all'esposizione delle
esperienze. Mettiamo questo limite per non correre il rischio di
'sottostimare' i tempi e l'organizzazione, ed evitare di fare
esposizioni frettolose per eccesso di intervenenti dell'ultim'ora non
previsti nel programma.

Al Comune di Modena - che gentilmente ci ospita, attraverso l'impegno
del suo assessore al Bilancio Partecipativo Francesco Frieri - non
vogliamo chiedere piu' che la sala attrezzata ed un buffet. L'auto-
investimento da parte dei partecipanti e' - infatti - per noi
importante indicatore del reale interesse per il Seminario, cosi'
come il rispetto della tempistica delle iscrizioni...
Naturalmente, il seminario e' aperto ad osservatori (ad esempio,
amministratori o cittadini di esperienze incipienti o che vogliono
capire come partire) che non hanno esperienze strutturate da
confrontare e un congruo staff che le accompagni. Chi partecipera' in
questa veste (o senza il relativo staff di accompagnamento), pero',
non sara' incluso nel programma dei lavori, sebbene sia benvenuto/a
nel dibattito e nei momenti di confronto.

Con l'occasione, vi annunciamo che - nell'ambito del Progetto URBAL
su Bilancio Partecipativo ed inclusione sociale coordinato dal Comune
di Venezia e diretto da Giovanni Allegretti, i nostri 9 partner
sudamericani e europei che praticano il BP ci hanno chiesto di
potersi trattenere qualche giorno dopo o prima del seminario
Veneziano (ad oggi previsto per l'ultimo weekend di Aprile o piu'
probabilmente di Maggio) per approfondire la conoscenza diretta di
qualche esperienza Italiana. Le citta' sono Cordoba (Spagna), Bobigny
(Francia), Pasto (Colombia), ILo (Peru), Cuenca (Ecuador), Caxias do
Sul e Santo Andre' (Brasile), El Alto (Bolivia) e il CIGU (centro di
Gestione Urbana di Quito, che - come ex-programma ONU chiamato PGU -
ha lavorato a lungo come consulente per la messa in opera del BP in
varie citta' sudamericane). In piu' sarebbero presenti i
rappresentanti di Porto Alegre.

Abbiamo pensato di chiedere ad ogni socio del programma URBAL
presente una breve presentazione in modo da associare citta'
straniere e italiane per dimensione ma anche per 'fuochi di
interesse' prevalenti (Economie solidali, inclusione sociale,
miglioramento del sistema educativo, attivita' portuali, ecc...).
Nell'occasione dell'incontro di febbraio accenneremo a questa
possibilita' e inizieremo anche a vagliare le candidature per questo
'ecambio' che - ci piacerebbe - potesse portare all'arricchimento di
tutti, e magari a qualche gemellaggio o progetto di cooperazione.


Non appena pronta, vi invieremo la revisione del questionario (che
abbiamo chiamato "Protocollo di Bari") che abbiamo realizzato e
implementato insieme nel Gruppo di Lavoro di Bari, che potrebbe
essere un buon 'set' di domande per lavorare e confrontarci con una
certa omogeneita'.

Cogliamo l’occasione per ringraziare i ragazzi della Cooperativa
Mesaverde, che a titolo volontario sono impegnati per la
realizzazione di questo incontro.

Un cordiale saluto

Giovanni Allegretti
Salvatore Amura