[Forumcesena] Fw: [noomc-it] Pio Laghi

Delete this message

Reply to this message
Author: Collettivo Studentesco - Cesena
Date:  
Subject: [Forumcesena] Fw: [noomc-it] Pio Laghi
Per rinfrescare la memoria su personaggi più o meno noti.

Il 25 settembre prossimo, domani, Emanuele Filiberto di Salamoia, principe
dei sottaceti, impalmerà la signorina Clotilde Courau, attricetta francese
di nonsocosa, proprio qui sopra la mia testona, nella basilica di Santa
Maria degli Angeli a Roma. No, non storcete la bocca. La notizia contiene
una sottonotizia. Questa: a celebrare le nozze "reali" sarà il cardinale Pio
Laghi, classe 1922, attuale Prefetto della Congregazione per l'educazione
cattolica. Tanto per dircela subito e senza giri di parole: l'uomo che alla
fine degli anni Settanta garantì l'appoggio della Chiesa alla giunta
golpista argentina guidata dall'ammiraglio Emilio Eduardo Massera (tessera
P2 numero 478), rendendosi di fatto complice di trentamila assassinii
politici. Li avete ancora presenti i desaparecidos? Lo spero. Bene.
L'esimio, eccellentissimo, eminentissimo, reverendissimo cardinale Pio
Laghi, all'epoca Nunzio apostolico a Buenos Aires, di fronte alle brutalità
della dittatura di cui erano vittime anche suore e sacerdoti, diceva così:
"Il Paese ha un'ideologia tradizionale e quando qualcuno pretende di imporre
altre idee diverse ed estranee, la Nazione reagisce come un organismo, con
anticorpi di fronte ai germi, e nasce così la violenza. I soldati adempiono
il loro dovere primario di amare Dio e la Patria che si trova in pericolo.
Non solo si può parlare di invasione di stranieri, ma anche di invasione di
idee che mettono a repentaglio i valori fondamentali. Questo provoca una
situazione di emergenza e, in queste circostanze, si può applicare il
pensiero di san Tommaso d'Aquino, il quale insegna che in casi del genere
l'amore per la Patria si equipara all'amore per Dio". E così, pregno di
tanto amore, invece di muovere un solo dito per impedire massacri, torture,
stupri, delitti, il nunzio Pio Laghi se ne andava a giocare a tennis con
l'ammiraglio Massera, celebrava le nozze del figlio e ne battezzava il
nipote.

Nel 1997 le madri di Plaza de Mayo lo denunciarono pubblicamente (e in
tribunale) per le sue responsabilità dirette, indirette e morali attraverso
una serie di testimonianze come quella di María Ignacia Cercos de Delgado,
moglie del giornalista Julián Delgado, scomparso nel giugno 1978: "Il Nunzio
apostolico Pio Laghi era a conoscenza di tutto quello che accadeva nella
Scuola di Meccanica della Marina, poteva verificare i nomi dei sequestrati
lì trattenuti, e il comandante in capo della Marina, Armando Lambruschini,
lo consultò se dovesse lasciare in vita un gruppo di 40 detenuti scomparsi
che aveva ricevuto, quando aveva assunto l'incarico, dal precedente
Comandante della Marina, Emilio Eduardo Massera". Un dossier che avrebbe
schiantato chiunque, almeno sul piano della coscienza personale. Ma non Pio
Laghi, che il Papa nominò cardinale nel giugno 1991. Adesso, rieccolo
sull'altare il nostro porporato, a celebrare un bel matrimonio con strascico
regale. Quello del figlio di Vittorio Emanuele di Savoia (tessera P2 numero
516). Capito il senso della vita, fratelli? Come tutto si compone e
ricompone? Sono nozze tra vecchi amici, queste. Il discendente del piccolo
re che firmò le leggi razziali, celebrate dal cardinale che giocava a tennis
con l'ammiraglio assassino. Che male c'è? In fondo, avevano tutti il nome in
loggia. Domani lo sottoscriveranno davanti a Dio. "Nel nome della P2, vi
dichiaro marito e moglie."



[Sono state eliminare la parti non di testo del messaggio]


Inviare msg     : mailto:noomc-it@yahoogroups.com
Iscriversi      : mailto:noomc-it-subscribe@yahoogroups.com
Cancellarsi     : mailto:noomc-it-unsubscribe@yahoogroups.com
Supporto tecnico: mailto:noomc-it-owner@yahoogroups.com
Sito della lista: http://groups.yahoo.com/group/noomc-it
Iscriviti anche a NOBIOTECH-IT: nobiotech-it-subscribe@???



L'utilizzo, da parte tua, di Yahoo! Gruppi è soggetto alle
http://it.docs.yahoo.com/info/utos.html