[BergaMOvida] (25.02.2012) VALSUSA. MANIFESTAZIONE NAZIONALE…

Delete this message

Reply to this message
Author: fabiocochis@virgilio.it
Date:  
To: bergamovida, vallebrembanasocialforum
Subject: [BergaMOvida] (25.02.2012) VALSUSA. MANIFESTAZIONE NAZIONALE NO TAV. PULLMAN DA BERGAMO

(25.02.2012)
VALSUSA. MANIFESTAZIONE NAZIONALE NO TAV. PULLMAN DA BERGAMO





















PER
LA LIBERAZIONE DI TUTT* I NO TAV ARRESTAT*!

CONTRO TUTTE LE GRANDI OPERE INUTILI

PER
LE LOTTE IN DIFESA DEI BENI COMUNI

CONTRO
LA TRUFFA DEL NON CANTIERE DELLA MADDALENA



MANIFESTAZIONE
NAZIONALE

25 FEBBRAIO
2012

VAL DI SUSA



:::PARTENZA
IN PULLMAN DA BERGAMO:::

ore
9.00 piazzale della Malpensata, costo 11 euro a persona

Per
prenotazioni e informazioni: da lunedi a venerdi dalle ore 15.00 alle ore 19.00
>> 035.225034


Giudi
3495120487 | Chiara 3336242722 | Olmo 3290431217



A
cura di: Partito della Rifondazione Comunista – Giovani Comunisti



(17.02.12)
Montello: chiudere la strada all’inceneritore e aprirla per una amministrazione
comunale più responsabile.





Il
Circolo di Rifondazione Comunista della Valcavallina sostiene i cittadini e i
gruppi locali di Montello che hanno chiesto di mantenere nel Piano di
Lottizzazione della Montello Spa l’incenerimento dei rifiuti quale destinazione
non ammissibile.

Riteniamo
un grave errore i cambiamenti nella normativa del nuovo strumento urbanistico
adottato nel novembre scorso, cambiamenti che – qualora confermati, viste le
intenzioni dichiarate esplicitamente dalla Montello Spa – aprono la strada ad
un altro inceneritore nella provincia di Bergamo.

Contraddittorie
le posizioni della maggioranza consiliare che da una parte avalla questa
prospettiva, dall’altra crea confusione tra la cittadinanza comunicando che
l’inceneritore “non è all’ordine del giorno”.

Riteniamo
pertanto giustificate e sosteniamo le richieste di dimissioni avanzate da un
consigliere comunale nei confronti di sindaco, vicesindaco e assessore
all’ambiente.

Rifondazione
Comunista è contraria al business dell’incenerimento dei rifiuti; siamo da
sempre impegnati per il diritto alla salute e per una corretta politica di
riduzione alla fonte-recupero dei rifiuti in quanto risparmio di risorse non
rinnovabili. (Tiziano Ghidelli – segretario circolo Prc della
Valcavallina;Francesco Macario – segretario provinciale)





ARANCIA
CONTRO LA CRISI: AIUTARE CHI E’ COLPITO DALLA CRISI, PER COMBATTERE L’AUSTERITY



ARANCIA CONTRO LA CRISI: AIUTARE CHI E’ COLPITO DALLA CRISI
ECONOMICA

PER
LOTTARE CONTRO LE POLITICHE DI AUSTERITA’ DEL GOVERNO MONTI

Cinque
euro per tre chili di arance biologiche, coltivate nelle terre della Piana di
Rosarno in Calabria. E’ la formula di “Arancia contro la crisi”, la
campagna che Rifondazione Comunista e i Giovani Comunisti – insieme alle
Brigate di Solidarietà Attiva – stanno portando fuori dalle fabbriche e nei
territori. Finora sono state vendute migliaia di chili di arance in
tutta Italia: un modo per esprimere solidarietà concreta di fronte alla morsa
della crisi economica.



In
particolare vogliamo sostenere, anche economicamente, tutte quelle esperienze
di solidarietà e di autorganizzazione popolare (ma anche di resistenza) che si
battono contro la crisi economica e contro le politiche di austerità del
governo Monti.



Per
ogni sacchetto di arance vendute, parte del ricavato andrà ai contadini
calabresi per
sostenere progetti di conversione al biologico e per favorire l’emersione dal
lavoro nero grazie all’applicazione ai produttori di un prezzo equo che ne
consenta la regolarizzazione.Per conoscere il progetto “Ingaggiami
contro il lavoro nero”: QUI



L’altra
parte servirà a creare un fondo da destinare all’aiuto concreto a importanti
esperienze di volontariato solidale: Sportelli sociali che aiutano a tutelare i
diritti al lavoro e alla casa, Comitati di inquilini che resistono contro gli
sfratti, Picchetti di operai in sciopero contro la chiusura delle fabbriche,
Ripetizioni popolari per gli studenti di famiglie povere, Scuole popolari di
italiano per i migranti, Gruppi di Acquisto Popolare.



A
cura di: Partito della Rifondazione Comunista, Giovani Comunisti. Per info: via
Borgo Palazzo 84/G – Bergamo, (tel) 035.225034.



Leggi
e diffondi il volantino (fonte): QUI.
Il retro (retro): QUI



BANCHETTI “ARANCIA CONTRO LA CRISI”:



* San
Paolo d’Argon, domenica 12 febbraio 2012, dalle ore 10 alle ore 12, incrocio
tra via Giovanni XXIII e Via Marconi (vicino al negozio Conad). Per info: QUI.

* Luzzana,
domenica 12 febbraio, dalle ore 10 alle ore 12, piazza della chiesa.

* Grumello
del Monte, sabato 18 febbraio, dalle ore 9.00 alle ore 12.00,
Piazza G. Camozzi.

* Caravaggio,
sabato 18 febbraio, dalle ore 8 alle ore 12.30, Largo Cavenaghi.

* Zogno,
sabato 18 febbraio, dalle ore 8.00 alle ore 12.00, mercato comunale.

* Cividino,
domenica 19 febbraio, dalle ore 9.00 alle ore 12.30, via fratelli
Pagani, davanti alla Chiesa.

* Torre
Boldone, domenica 19 febbraio, dalle ore 8.30-12.30, due banchetti nella stessa
giornata: in piazza Marconi e in piazza Rimembranze.

* Caravaggio,
domenica 19 febbraio, dalle ore 8 alle ore 12.30, piazza della chiesa.

* Brembilla,
venerdi 24 febbraio, dalle ore 20,45 alle 23,00, sala delle scuole medie,
durante l’assemblea pubblica: “La crisi e il lavoro”.

* Treviglio,
sabato 25 febbraio, dalle ore 8.30 alle ore 12, piazza Cameroni (davanti al
mercato).